Perché e come annotare file PDF – Evernote – ProgramZERO

E’ un gesto che – più o meno inconsapevolmente – abbiamo fatto tutti e spesso continuiamo a fare: quando dobbiamo leggere o studiare una relazione, una nota, un report, lo stampiamo e poi, utilizzando penne, matite o evidenziatori, sottolineiamo i passaggi più importanti oppure completiamo con nostri appunti.
E’ un metodo ottimo per aiutarci a memorizzare e sintetizzare documenti, oppure per correggerli e sottoporli poi a qualcun altro.
Oggi possiamo essere più produttivi quando svolgiamo questa operazione, utilizzando Evernote. La versione Premium ci mette a disposizione una potente funzione, che è appunto quella di poter aggiungere ai nostri file PDF degli elementi grafici che facilitano appunto la lettura, oppure commentano in modo puntuale il documento.
Iniziamo col dire subito che questa funzione è disponibile sia sul PC (Windows o Mac) che sull’app mobile: in questo modo possiamo quindi lavorare comodamente anche in mobilità.
Ma cosa possiamo fare in concreto
  1. Possiamo aggiungere frecce, linee o forme
  2. Testo
  3. Usare lo strumento penna per evidenziare qualcosa oppure tracciare una linea a mano libera
  4. Aggiungere dei timbri (che possono includere anche del testo)
Se il file è in formato immagine, abbiamo anche la possibilità di pixelare delle aree per rendere non leggibili e tagliare e ridimensionare l’immagine stessa.
Ovviamente i colori e le dimensioni degli strumenti sono personalizzabili.
In ultimo, nota molto interessante, possiamo aggiungere un sommario che riporta tutte le annotazioni fatte sul documento: utile quando dobbiamo passare a qualcun altro il lavoro, mettendo quindi in evidenza ciò che abbiamo fatto.

Guarda il tutorial